class="single single-post postid-214 single-format-standard"
  • Notizie sul Motomondiale e Scommesse Sportive

Tutti su di giri nel Motogp del Portogallo
by Babs

Sarà la primavera, sarà stata la lunga pausa di Aprile, sarà che il cambio di team fatto da molti piloti mette tutti sotto pressione, sarà quello che volete, ma ad Estoril alcuni piloti hanno dimostrato di avere i nervi a fior di pelle. E la cosa che sorprende è che i più “agitati” sono i piloti che meno hanno da temere in pista e che fino ad ora hanno dimostrato di poter stare sempre davanti con costanza e solidità.

Stoner e Lorenzo però non si accontentano della pista, devo sfidare i colleghi anche in conferenza stampa o nelle interviste, con motivazioni che tuttavia ci sfuggono.

Ha cominciato Stoner che alla rivista Marca ha detto di essere convito che Rossi e Burgess non hanno ancora capito, dopo mesi, come si guida e si prepara la Ducati. Rossi, senza scomporsi troppo, ha replicato che Stoner si sente perseguitato senza motivo, forse perché gli bruciano sconfitte subite nel passato (vedi Laguna Seca). Valentino non ha negato né di aver commesso un errore a Jerez, né di essere in un periodo difficile, ma come ha sempre sostenuto, gli avversari si battono in pista, non nelle interviste.

Ma Stoner e Rossi non sono gli unici a fare scintille. L’atmosfera si è scaldata anche tra Lorenzo e Simoncelli. Il primo accusa il pilota italiano si essere pericoloso in pista e di far correre ai suoi colleghi rischi eccessivi ed inutili. SuperSic ha ribattuto ricordando come erano andati gli eventi di Valencia e sottolineando che Lorenzo in passato è stato squalificato dalla Direzione di Gara per il suo comportamento aggressivo. Lorenzo non si è accontentato e ha sottolineato che le moto sono uno sport pericoloso (davvero?!) e che c’è in ballo la vita.

Leave a Reply

Name *

Website/Blog URL

Photo

May 1st

9:01
Piloti