class="archive category category-team category-6"
  • Notizie sul Motomondiale e Scommesse Sportive

Archive for Team

Ducati GP12, Rossi e Hayden testano la nuova moto
by Babs

Dopo le tormentate vicende di Jerez de la Frontera, è già tempo di voltare pagina e di mettersi di nuovo a lavorare. Oggi 7 aprile la Ducati GP12 ha fatto alcuni giri di prova, al termine dei quali Battaini e Guareschi si sono detti piuttosto soddisfatti. Da domani invece si metterà all’opera Valentino Rossi, che lavorerà a testa bassa anche per farsi perdonare un po’ il brutto errore commesso durante l’ultima gara.

Hayden entrerà in campo invece alla volta di sabato che, dopo aver fatto alcune apparizioni promozionali in Germania, tornerà appunto in Spagna per dare le sue impressioni sul nuovo mezzo.

Oltre ai test sulla moto del 2012, sono previsti anche diversi test sulla GP11 800cc con cui Ducati corre al momento. Particolare attenzione verrà dedicata ad alcune modifiche apportate al telaio che Valentino testerà personalmente, probabilmente immediatamente dopo la gara di Estoril.

Certo è presto per mandare in pensione la GP11, ma non è un segreto per nessuno che il progetto non si adatta perfettamente alle caratteristiche di guida di Valentino e alle sue preferenze. Ducati prova a migliorare il presente ma già si prepara ad affrontare il futuro e Valentino sarà impegnato su entrambe i fronti.

Seppur impegnatissimo a migliorare un moto che non sembra ancora pronta alla sfida mondiale, il team Ducati trova anche il tempo di divertirsi e di dare risalto alle persone che ogni giorno lavorano sodo attorno alla moto. Ecco qui sotto un video di presentazione del team Ducati. Buon divertimento!

Photo

April 7th

21:12
Team

Test di Sepang: prime informazioni sul motogp 2011
by Babs

I tre giorni di test ufficiali tenutisi nel circuito di Sepang hanno permesso a tutti i team della motogp di avere dati fondamentali per valutare lo stato di avanzamento dei lavori rispetto allo sviluppo delle moto, in vista dell’inizio del campionato mondiale. Ecco pilota per pilota i fatti principali emersi dai test:

Lorenzo (Yamaha): la moto non è ancora abbastanza veloce. Il motore manca di potenza e questo lo penalizza soprattutto in uscita di curva. La nuova carena crea problemi di chattering e Lorenzo non ne è affatto contento. Jorge ha dichiarato che la moto provata a Sepang non sarà in grado di vincere il motomondiale 2011. Sta già mettendo le mani avanti o è solo pretattica?

Rossi (Ducati): Valentino più che testare la moto ha testato il suo decorso post operatorio e, anche se ha cercato di infondere ottimismo a tutti coloro che lo osservavano, qualche preoccupazione sul suo stato di forma resta. Comunque la Ducati sta lavorando alla grande: i problemi di chattering sono stati risolti, Rossi sta adattando il suo stile di guida alla sua nuova fidanzata ed i tempi in pista stanno lentamente migliorando.

Pedrosa (Honda): anche Dani è alle prese con il recupero dall’infortunio alla spalla e a Sepang a preferito girare ancora con la moto del 2010. Pedrosa salirà sulla nuova moto solo nei prossimi test, quindi per ora non ci sono grandi novità dal suo box.

Stoner (Honda): i risultati di Stoner non lasciano dubbi, si è già trovato perfettamente a suo agio sulla nuova moto. L’aspetto che lo ha colpito di più della RC212V è stato quello delle traiettorie. Con Honda Casey sente di avere molto più possibilità di scelta e di poter disegnare traiettorie differenti senza perdere in velocità.

Photo

February 10th

11:16
Piloti

Team

Niente sponsor per Yamaha: davvero colpa della crisi?
by Babs

Certo la crisi globale non ha risparmiato neanche la MotoGp, ma davvero basta questo per spiegare il fatto che Yamaha non ha ancora trovato uno sponsor per il 2011?

Yamaha M1Il team Yamaha ha dominato il Motomondiale negli ultimi due anni, tuttavia, dopo che Fiat si è ritirata come sponsor della squadra non è stato ancora trovato un sostituto. La casa automobilistica italiana ha concluso la sua collaborazione con la squadra nel 2010, come conseguenza della scelta di Valentino Rossi di firmare un contratto biennale con Ducati.

Molti sono i grandi nomi che sono circolati come nuovi sponsor per la prossima stagione, come ad esempio Petronas, Telefonca e AirAsia, tuttavia non è ancora stato concluso nulla e per come sono le cose al momento pare proprio che Jorge Lorenzo e Ben Spies dovranno correre con i colori blu aziendali di Yamaha per il 2011.

Le difficoltà di Yamaha di attrarre nuovi investimenti, pur da una posizione di assoluto predominio nella MotoGp, fanno di certo capire quanto siano profondi gli effetti della crisi, ma sollevano anche qualche dubbio sulla popolarità di Lorenzo e sulla sua capacità di funzionare come strumento di marketing.

Jarvis si è detto ottimista rispetto alla situazione e ha dichiarato che c’è ancora tempo per trovare uno sponsor per il titolo 2011, tuttavia la situazione trasmette un senso di precarietà e di insicurezza che non può certo essere ignorato.

La questione sponsor non è solo un problema di colori e adesivi, infatti se non si trovassero finanziatori per il prossimo anno, Yamaha dovrebbe sostenere in proprio tutto il costo della partecipazione al mondiale e questo avrà certamente riflessi importanti sullo sviluppo della moto.

Photo

December 26th

11:30
Team

Ducati scommette su assetti mai esplorati
by Babs

Mentre Valentino è impegnato con la sua riabilitazione a tappe forzate per poter tornare in forma in tempo per la seconda sessione di test che si terrà a Sepang il prossimo febbraio, la Ducati si addentra in territori inesplorati.

Come ha raccontato Guareschi, dopo le prove non esaltanti di Valencia, Rossi ha fornito a Ducati una grande quantità di informazioni su cui lavorare sodo. Non è un segreto per nessuno che la Desmosedici ha da sempre discreti problemi all’anteriore che la rendono non così docile come si vorrebbe. Filippo Preziosi aveva già pensato ad alcune proposte, che poi sono state corroborate dalle sensazioni in pista di Valentino. Per altri aspetti invece la Ducati sta scommettendo su innovazioni davvero estreme, mai esplorate prima, ma suggerite dal team di meccanici che Valentino ha portato con sé.

E’ quindi un inverno intenso per il team Ducati che sta studiando assetti che potenzialmente in grado di rendere la nuova Desmosedici una moto davvero completa, sotto tutti i punti di vista. Tra le novità introdotte c’è un forcellone nuovo e lo spostamento del baricentro della moto. I prossimi sviluppi si concentreranno inoltre sul telaio che dovrebbe essere pronto già per Sepang.

E mentre Valentino continua la sua fisioterapia tocca proprio a Vittoriano Guareschi sperimentare in pista tutte le innovazioni introdotte sulla moto. Per quanto riguarda Rossi, ha già iniziato il lavoro in palestra ed il recupero procede secondo i piani; certo viene da domandarsi quanto un inverno di riabilitazione, invece che di riposo, potrà influire sulle prestazioni della prossima stagione.

Ecco qui sotto Vittoriano Guareschi che ritira il premio come Miglior Team Manager dell’Anno al Gran Galà dello Sport 2010.

Photo

December 23rd

11:02
Team

Da Yamaha a Ducati: 11 persone seguono Rossi
by Babs

Chissà se Yamaha aveva previsto anche questo. Il passaggio di Valentino alla Ducati era noto ormai da mesi, ma forse il fatto che con lui se ne andassero anche altri 11 collaboratori non era stato messo in conto. E c’è da dire che questo non è un fenomeno frequente nel Motogp.

Valentino RossiI primi a lasciare sono stati Brivio e Burgess. Davide, dopo 19 anni spesi all’interno della casa giapponese, ha deciso di seguire Valentino. Le motivazioni alla base della sua scelta sono riassunte in una breve dichiarazione: “Come dice Burgess, se sei fortunato, uno come Valentino ti capita una volta nella vita. Dopo aver lavorato con lui, diventa difficile seguire un altro pilota. Perché, oltre a essere il più forte, ha carisma, fascino, intelligenza: tutte qualità che rendono eccitante e affascinante ogni momento passato insieme”.

Burgess è ormai il capo tecnico personale di Valentino, lo aveva seguito nel passaggio da Honda a Yamaha e non lo ha lasciato solo anche in questa ennesima e difficile avventura in Ducati. Tra gli altri undici ci sono persone che da anni danno il loro contributo perché Valentino possa essere sempre al massimo, motivato e sereno. Ecco il loro nomi: Michele Quarenghi, Capo Chef, da due anni in Yamaha; Matteo Flamigni, ingegnere di pista o telemetrista, che dir si voglia; quattro meccanici Alex Briggs, Bernard Ansiau, Brent Stephens e Gary Coleman; due addetti alla logistica Roberto Brivio ed Emanuele Mazzini (il secondo però verrà inserito nella squadra di Hayden) ed infine due responsabili dell’hospitality Max Montanari e l’unica donna Manuela Salvetti.

Dal punto di vista della Ducati, si è trattato in fondo di una ottima opportunità: l’azienda era già intenzionata a rafforzare la propria struttura ed quando Valentino ha detto che alcuni dei suoi collaboratori erano disponibili a cambiare casa, Ducati ha colto la palla al balzo.

Photo

December 14th

13:38
Team